clicca per info

MODUGNO: CONTRIBUTO PER GLI AFFITTI 2018. DOMANDE ENTRO L'11 DICEMBRE

L'Amministrazione Comunale rende noto che è possibile inoltrare le domande per ottenere i contributi del Canone di Locazione- Competenza anno 2018...    

MODUGNO - Q.RE CECILIA: DOPO LA DEMOLIZIONE DEL "BUBBONE" SI PENSA GIA' AL PARCO URBANO

All'indomani della demolizione completa del "bubbone" del Quartiere Cecilia si pensa già al progetto di realizzazione del Parco Urbano...

MODUGNO: FAL, VENERDI’ 22 NOVEMBRE POSSIBILI DISAGI PER SCIOPERO FIT-CISL BASILICATA

Possibili disagi su treni e autobus delle Ferrovie Appulo Lucane venerdì 22 novembre a causa di uno sciopero di 24 ore degli Autoferrotranvieri di Basilicata proclamato dalla Fit-Cisl di Basilicata...

FAL: NEI GIORNI 19-20 NOVEMBRE SOPPRESSIONE TRENO 112 E SOSTITUZIONE BUS

Le Ferrovie Appulo Lucane informano che, per sopravvenute esigenze tecniche, nei giorni 19-20 novembre 2019 saranno apportate delle modifiche al programma ferroviario.

MODUGNO: LUNEDI 18 NOVEMBRE DEMOLIZIONE DELL'ULTIMO PEZZO DEL "BUBBONE" DEL QUARTIERE CECILIA

Il "BUBBONE" di sei piani scompare definitivamente dall'orizzionte dei residenti del quartiere Cecilia. Saranno conclusi oggi, infatti, i lavori di demolizione dell'immobile...

MODUGNO: TORNA IL CONCORSO DI PRESEPI ORGANIZZATO DALLA PARROCCHIA SANT'AGOSTINO

Torna il Concorso di Presepi organizzato dalla Parrocchia Sant'Agostino, giunto quest'anno alla sua quarta edizione...  

MODUGNO: IL 23 E 24 NOVEMBRE MONUMENTI APERTI

Nel fine settimana del 23 e 24 novembre Monumenti Aperti rifarà tappa in Puglia. Manifestazioni anche a Modugno...

MODUGNO: APPROVATO IL NUOVO PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

È stata approvata all'unanimità dal Consiglio comunale tenutosi il 6 novembre scorso, la nuova pianificazione comunale in materia di Protezione Civile predisposta dall'Amministrazione in carica. Di seguito tutti i dettagli......

MODUGNO: AL VIA LA SPERIMENTAZIONE DEL "TAXI SOCIALE"

Prende il via la sperimentazione del servizio Taxi Sociale, per l'aiuto alla mobilità di anziani, disabili e invalidi...

  • MODUGNO: CONTRIBUTO PER GLI AFFITTI 2018. DOMANDE ENTRO L'11 DICEMBRE

    Venerdì 22 Novembre 2019 16:19
  • MODUGNO - Q.RE CECILIA: DOPO LA DEMOLIZIONE DEL "BUBBONE" SI PENSA GIA' AL PARCO URBANO

    Martedì 19 Novembre 2019 16:51
  • MODUGNO: FAL, VENERDI’ 22 NOVEMBRE POSSIBILI DISAGI PER SCIOPERO FIT-CISL BASILICATA

    Martedì 19 Novembre 2019 16:30
  • FAL: NEI GIORNI 19-20 NOVEMBRE SOPPRESSIONE TRENO 112 E SOSTITUZIONE BUS

    Lunedì 18 Novembre 2019 19:40
  • MODUGNO: LUNEDI 18 NOVEMBRE DEMOLIZIONE DELL'ULTIMO PEZZO DEL "BUBBONE" DEL QUARTIERE CECILIA

    Lunedì 18 Novembre 2019 11:09
  • MODUGNO: TORNA IL CONCORSO DI PRESEPI ORGANIZZATO DALLA PARROCCHIA SANT'AGOSTINO

    Giovedì 14 Novembre 2019 17:38
  • MODUGNO: IL 23 E 24 NOVEMBRE MONUMENTI APERTI

    Giovedì 14 Novembre 2019 12:49
  • MODUGNO: APPROVATO IL NUOVO PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

    Mercoledì 13 Novembre 2019 13:44
  • MODUGNO: AL VIA LA SPERIMENTAZIONE DEL "TAXI SOCIALE"

    Venerdì 08 Novembre 2019 12:12

modugno-SUPERHERO

Segui Redazione Online Network su Facebook


Home Notizie MODUGNO: VISIBILI A TUTTI I RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI EMERSI DURANTE I LAVORI A PALAZZO SANTA CROCE

ALTRE NOTIZIE:     Binetto     Bitetto     Grumo     Sannicandro      Toritto


Condividi questa pagina sui Social

MODUGNO: VISIBILI A TUTTI I RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI EMERSI DURANTE I LAVORI A PALAZZO SANTA CROCE

PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione Online Network    Mercoledì 28 Agosto 2019 16:24

Si sono concluse le opere per la valorizzazione e la fruizione dei ritrovamenti archeologici emersi a Palazzo Santa Croce (sede del Comune) durante i lavori per la riqualificazione del chiostro dell’ex Monastero da adibire a “Polo Culturale”. Sabato 31 agosto si svolgerà l'inaugurazione della sala multimediale/conferenze, luogo dei ritrovamenti, dove è stata realizzata una pavimentazione sospesa con parti vetrate per consentire la visione di quanto è venuto alla luce...

 

 

Sono concluse le opere per la valorizzazione e la fruizione dei ritrovamenti archeologici emersi a Palazzo Santa Croce (sede del Comune) durante i lavori per la riqualificazione del chiostro dell’ex Monastero da adibire a “Polo Culturale”.
 
Sabato 31 agosto, dunque, in Piazza del Popolo 16, si svolgerà l'inaugurazione della sala multimediale/conferenze, luogo dei ritrovamenti, dove è stata realizzata una pavimentazione sospesa con parti vetrate per consentire la visione di quanto è venuto alla luce grazie ai lavori di scavo fatti nell'ambito del recupero e restauro del chiostro dell'ex Monastero "Santa Maria della Croce", un intervento voluto e realizzato dall'amministrazione Magrone. Interverranno il Sindaco di Modugno, Nicola Magrone, l'Assessore ai Beni Culturali, William Formicola, il Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio Città Metropolitana di Bari, Luigi La Rocca, il Direttore dei Lavori di completamento dello scavo archeologico, Arch. Michele Petruzzelli, l'Archeologo e Direttore Tecnico dell'impresa De Marco esecutrice dei lavori, Dr. Michele Cuccovillo, il Direttore del Consorzio Idria, Dr. Francesco Carofiglio.
 
Nei locali che fino a tre anni fa ospitavano ufficio elettorale a seguito delle attività di rimozione della pavimentazione e degli strati di sottofondo previste nell'ambito del restauro del chiostro, sono emerse antiche testimonianze del passato fra cui delle strutture ipogee e pavimentazioni basolate, risalenti ad epoche diverse (forse adibiti anche ad aree di stazionamento per animali), canali di scolo delle acque, una cisterna e una scala conduce all’interno delle cavità rese praticabili dai lavori, nonché alcuni reperti in rame e bronzo, frammenti lapidei e ceramici ed oggetti della vita quotidiana del passato. Si tratta di ritrovamenti risalenti - secondo valutazioni degli archeologi - a periodi antecedenti all'edificazione del monastero del 1618, databili in alcuni casi anche al secolo 1300, rispetto ai quali l'Amministrazione ha scelto un approccio conservativo e fruitivo allo stesso tempo.
 
"Per la precisione – spiega l'Assessore ai Beni Culturali William Formicola – inauguriamo il completamento del recupero di Palazzo Santa Croce destinato a diventare “Polo Culturale”, per la parte in cui sono venuti alla luce i ritrovamenti di natura archeologica. Dinanzi a tali sorprese, l'amministrazione ha fatto una scelta, estremamente consapevole, di tipo fruitivo e conservativo al tempo stesso, abbandonando l’ipotesi, pur possibile, del reinterro dei ritrovamenti, ma al contrario proseguendo nella campagna di indagine archeologica fino a progettare una soluzione tecnica ed architettonica tale da consentire contemporaneamente, la preservazione delle testimonianze rinvenute, la praticabilità degli ambienti, la possibilità di una futura ripresa delle ricerche, ed offrendo al pubblico la visibilità degli affascinanti ambienti ipogei con idonei sistemi protettivi." Verranno realizzati successivamente - a breve - alcuni ulteriori interventi di completamento che consentiranno l’esposizione all’interno della sala dei reperti archeologici ivi rinvenuti, avviando così la strada della creazione di strutture museali ed espositive a Modugno.
 
Il completamento del recupero di Palazzo Santa Croce, oggetto di una specifica variante al progetto originario, è stato interamente finanziato dal Comune di Modugno.
 
Entra così nel vivo la fase di valorizzazione di Palazzo Santa Croce per farne un “Polo Culturale”, con un evento che sarà anche occasione per presentare la pubblicazione, a cura del Comune, del volume a stampa "Modugno Cultura". L'opuscolo, la cui realizzazione è inserita nel più ampio progetto di creazione del “Polo Culturale” nell’ex convento di S. Maria della Croce, sarà uno strumento utile a fornire un panorama significativo della ricchezza del patrimonio culturale, ambientale e storico della Città di Modugno e del suo territorio, anche dal punto di vista naturalistico che ha caratterizzato per secoli l’identità del suo territorio, senza la pretesa di rappresentare un saggio storico o una guida turistica.
 
Nella stessa occasione, inoltre, sarà presentato il nuovo portale cultura della Città di Modugno, anch’esso facente parte integrante del progetto di creazione del Polo Culturale, e l’avvio a partire dal prossimo autunno dell’apertura al pubblico il sabato e al domenica (come per il casale di Balsignano) di Palazzo santa Croce e dell’Infopoint consentendo così di poter ammirare la struttura recuperata ed i ritrovamenti archeologici.
 
Nell’occasione, verranno anche illustrati i contenuti del Protocollo di Intesa tra il Comune di Modugno e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Bari per la valorizzazione del comprensorio di Balsignano, grazie al quale - e ad appositi stanziamenti inseriti nel bilancio comunale- verranno avviate le attività di scavo e valorizzazione dell’insediamento del “Villaggio Neolitico” di recente acquisito al demanio comunale.
 
"Negli ultimi decenni – tiene a sottolineare il Sindaco Magrone - la città di Modugno ha pagato a caro prezzo la pesante presenza di una zona industriale che ha tradito la originaria vocazione cittadina di centro agricolo e rurale. La progressiva occupazione del territorio limitrofo all’abitato ha letteralmente cancellato una serie di insediamenti e testimonianze del passato, fagocitati dall’edilizia industriale. La nostra amministrazione si sta impegnando fino allo stremo per preservare e valorizzare le testimonianze del passato che sono sopravvissute all'assalto industriale, come ad esempio il Casale di Balsignano oggi completamente fruibile, o ancora la vicina area archeologica, sede di un insediamento del neolitico antico, di recente acquisita al demanio comunale (luglio 2017) ed in procinto della ripresa delle attività di valorizzazione. Oggi proseguiamo con i recenti ritrovamenti di Palazzo Santa Croce mentre intraprenderemo presto nuove iniziative per dare rilievo alle sepolture di epoca rinascimentale rinvenute in Piazzetta Santa Caterina dove a breve verrà installata una targa che illustra le antiche testimonianze rinvenute e presenti nel sottosuolo."
 
________________________
 
 
Palazzo Santa Croce nasce nel diciassettesimo secolo come Convento di clausura per le monache olivetane. Nel 1866, con la legge di Soppressione degli Ordini Religiosi, il fabbricato viene acquisito al Demanio. Con decreto reale del 24 maggio 1896 è successivamente ceduto al Comune e l’Amministrazione Civica nel 1899, dopo lavori di adattamento, vi trasferisce le sedi del Municipio, della Pretura e del Carcere Mandamentale.
L'intero complesso di piazza del Popolo, ex monastero e chiesa, è stato riconosciuto come sito di considerevole interesse storico e artistico e notevole testimonianza di architettura sacra del sei-settecento.
 
COMUNICATO SEGRETERIA SINDACO MAGRONE

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Modugnonline.it" (clicca qui).

 

REDAZIONE ON LINE

alt
alt

Gruppo Grumonline su Facebook

Gruppo Modugnonline su Facebook

 

Community Login

L'iscrizione è GRATUITA!

I nostri lettori

3956423
OggiOggi1956
IeriIeri1741
Questa settimanaQuesta settimana9244
Questo meseQuesto mese40865
TotaleTotale3956423